Categories
Repressione

Repressione in città – Che fare

Sgomberi e repressione in città non fermano la determinazione di chi non si arrende alla gabbia.

Con l’inizio del percorso sull’ex-caserma Sani sta nascendo una mobilitazione trasversale (realtà, collettivi, individualità complici e solidali) che si vuole opporre all’ennesimo progetto calato dall’alto sul territorio senza nessuna affinità con il quartiere, i suoi bisogni o le sue volontà. L’intenzione della Contraerea Popolare sull’ex caserma sani è costruire una mobilitazione partecipata per una contro-progettazione dal basso su tutta l’area dell’ex-caserma sani a Bologna. (Il tesoretto sottratto alla speculazione)

“I nostri bisogni sono i nostri diritti
azione diretta autogestione”

Il tavolo Repressione è partito dalla necessità di analizzare l’avanzata della repressione in città per capire quali sono i mezzi adeguati per determinarci nelle nostre lotte. E’ emerso il bisogno di concentrare l’attenzione sui soggetti che dovrebbero trarre benefici dalle istanze di lotta (gli oppressi) e di intrecciarsi con le realtà che in città già lavorano sulle tematiche della repressione in tutte le sue sfaccettature.
Il tavolo sta riflettendo su momenti di formazione continua, sia dal punto di vista delle leggi che favoriscono la repressione, sia per quanto riguarda i dispositivi in dotazione alle forze dell’ordine, per favorire consapevolezza e autocoscienza nelle nostre azioni, e per individuare strategie comuni di difesa.

Il discorso vuole essere condiviso con la città, in particolare il tema dell’agibilità politica, intesa non solo nell’ambito della militanza ma anche come libertà d’espressione. Quindi analizzare il collegamento sempre più stretto tra decoro e repressione, con un focus su aree particolarmente colpite della città (es. Bolognina, zona universitaria…).

Vedi qui tutto il report

Appuntamenti inerenti prossimi da segnalare:

  • Assemblea cittadina sul tema della repressione presso Centro Sociale della Pace (Pratello), 19 Febbraio
  • Iniziativa contro la repressione e per il rilancio dell’opposizione di classe, 8 Febbraio, ore 11:00 presso la sede SI Cobas – Roma